Manifestazioni ed Eventi

Gara del salàm pusè bon La quarta domenica di maggio da oltre vent’anni gli “Amici del Museo” organizzano presso il Museo di Arte e Tradizione Contadina la gara del salame crudo più buono.

Gara del salàm pusè bon

La quarta domenica di maggio da oltre vent’anni gli “Amici del Museo” organizzano presso il Museo di Arte e Tradizione Contadina la gara del salame crudo più buono. I partecipanti, che aumentano di numero di anno in anno, ricevono premi attestati. Sono in gara salami di tipo crudo di ogni forma e peso; la giuria tecnica è composta da 5 esperti nel campo enogastronomico che assegneranno premi ai primi classificati ed al miglior salame prodotto da un olevanese. Si potranno acquistare e degustare i salami al termine delle valutazioni della Giuria.

Anguriando

“Anguriando, Anuriamlon e salam d’la duja” è l’ultima nata tra le manifestazioni olevanesi e, dopo 10 anni, è diventata una delle feste estive (secondo week end di luglio) più conosciute e frequentate della Lomellina e dintorni. Pur se la rossa, fresca e dolcissima regina della calda stagione padana ha un posto di rilievo, nelle serate della Festa si potranno degustare, oltre al classico salam d’la duja DE.CO, meloni, grigliate e risotti.
Oltre alla parte enogastronomica, Anguriando è diventata famosa anche per la parte musicale, divenendo il palcoscenico nel corso degli anni di artisti di livello nazionale ed internazionale come Fausto Leali, i Nomadi, i Ricchi e Poveri, Dodi Battaglia, Bobby Solo, i New Trolls, i Camaleonti e tantissimi altri. Alcuni giornalisti locali hanno definito Anguriando la ”Capitale della musica Lomellina”. Da non perdere!

Festa di San Rocco

Il 15 e 16 agosto, in occasione della festa di San Rocco, si svolge la Sagra del Salam dla Duja, il tipico salame di maiale conservato sotto grasso nelle olle. La duja è un vaso di terracotta in cui vengono conservati i salami confezionati con carne di maiale, sale e pepe; essi vengono asciugati e stagionati per circa un mese, prima di essere messi nella duja, ricoperti dallo strutto. In Lomellina si ricorre a questa particolare forma di stagionatura a causa del clima molto umido.
I festeggiamenti comprendono la processione con la statua del Santo, il caratteristico Incanto, cioè un’asta di prodotti tipici a favore delle spese della chiesa, gare tradizionali, musiche e balli fino a tarda notte.

Festa Patronale di San Michele “Tutti in Piazza”

La festa patronale di San Michele si celebra la quarta domenica di ottobre. Sono in programma manifestazioni folcloristiche e culturali legate alla riscoperta delle tradizioni contadine. Il riso viene raccolto a mano e con una vecchia macchina detta “taia e liga” (mieti e lega) e poi viene trebbiato in piazza nel modo antico. Negli stand gastronomici si possono degustare tipici prodotti autunnali come la torta virulà (scarica qui la ricetta), uno squisito dolce a base di farina, uova, burro e cacao, la porchetta e le caldarroste.