Comune

Olevano di Lomellina

Il museo raccoglie gli oggetti più significativi del mondo contadino lomellino dall'Ottocento agli anni sessanta del Novecento. Esso è ospitato in un edificio rurale ristrutturato, un tempo adibito a stalla e fienile , sito in Via Uberto de' Olevano, di fronte al Castello Medievale.
La tradizione contadina fonda le sue radici nella madre terra, sono quindi i ritmi della campagna e delle stagioni ad accompagnare il visitatore lungo il percorso espositivo che è stato articolato in 5 aree didattiche: il ciclo dei lavori in campagna, ambienti di vita domestica, antichi mestieri artigianali, ambientazione stalla e scuderia, esposizione mezzi agricoli pesanti.

Al primo piano il percorso di visita inizia con la primavera, stagione dedicata alla sistemazione del terreno , dove sono esposti gli attrezzi utilizzati per l'aratura, l'erpicatura e la semina del mais e del riso.

Proseguendo nel periodo estivo, quando il terreno comincia a produrre i suoi frutti, si incontrano gli attrezzi usati per la fienagione, la monda, la mietitura, la trebbiatura e un angolo dedicato alla mondina forestiera.
L'estate sfuma nell'autunno con i lavori sull'aia meno faticosi di quelli nei campi e con i primi raccolti a rinvigorire le stanche braccia dei lavoratori. L'autunno e l'inverno sono i mesi dove la terra riposa , mentre il contadino si dedica alla raccolta e taglio della legna, all'uccisione del maiale per fare i salami, all'imbottigliamento del vino.
A questi lavori stagionali verranno affiancati alcuni mestieri tipici dell'artigianato rurale di fine Ottocento: il falegname, il cardatore ed il carradore.
Sempre al piano primo sono stati arredati due spazi abitativi tipici dell'intimità domestica delle case contadine di un tempo: la cucina e la camera da letto , dove trova spazio anche un espositore che raccoglie i semplici giocattoli con i quali si divertivano i bambini delle passate generazioni.
La visita prosegue al piano terra dove in una parte dell'ex-stalla sono esposti i finimenti del cavallo da tiro, del bue, della mucca e gli attrezzi usati dal maniscalco e dal mungitore.
All'esterno sotto il porticato sono esposti i mezzi agricoli più grossi e pesanti tra cui la mietilega, la trebbiatrice ed il selezionatore di sementi.

Orari di apertura del museo:- Lunedì e Venerdì dalle ore 09,00 alle 12,00 - Domenica e Festivi dalle ore 15,00 alle 18,00 - Negli altri orari prenotare alla Vigevano Promotions Tel. 0381 69.03.70 - Fax 0381 69.04.94